>> Iniciar Sesión  




+     

 


 

"Oscar Ibáñez & Tribo" no 12 Festival Capodanno Céltico (Milán)
Fonte / Máis información

(ultima actualización: 28 / 10 / 11 )





VENERDI’ 28 ottobre dalle ore 21

Nato a Pontevedra nel 1976. Insegnante di educazione musicale, specialista universitario in musica tradizionale galiziana e archivistica, dal 2004 lavora all’Archivio Sonoro del Servizio del Patrimonio Documentario e Bibliografico della Deputación de Pontevedra, dove sono raccolti più di ottomila registrazioni sonore della Galizia, a disposizione dei cittadini per la consultazione.
Comincia a suonare la gaita nel 1984 nel gruppo di Poio "Treboada". Tra il 1989 e il 2004 fa parte della "Agrupación Folclórica Celme" di Pontevedra con cui partecipa a numerosi festival internazionali per tutta Europa, occasioni in cui entra in contatto con gaiteros asturiani e cornamusisti scozzesi, irlandesi, bretoni e bulgari. Dal 1995 dirige il "Grupo de Música Tradicional Pai da Cana".
Nel 1997 comincia a collaborare col Segretariato dell’Emigrazione della Giunta di Galizia, dando lezioni di gaita e percussioni nei Centros Galegos di Santiago (Cile), Lima (Perù), Caracas, Puerto Ordaz e Valencia (Venequela), Curitiba (Brasile), Città del Messico, Zurigo e Ginevra (Svizzera), New York e Los Angeles (USA), Londra (UK), L’Avana e Santiago de Cuba (Cuba) e Buenos Aires e Mar del Plata (Argentina).
Pluripremiato nei concorsi di gaita galega di maggior prestigio, diviene ben presto uno dei nomi più riconosciuti della categoria.
Nel 2008 crea la Asociación de Toque Pechado de Pontevedra, un’iniziativa per il recupero e la diffusione delle forme d’espressione musicali della gaita, dentro e fuori Pontevedra col sistema “pechado” di Manuel Villanueva, Perfecto Feijóo e Xan de Campañó o con quello “semipechado” di Ricardo Portela.


È il creatore e l’organizzatore dell’ "Encontro de Gaiteiros Manuel Villanueva gaitas de fol do noroeste", "Musgafol" e "Juelles: Encuentro de Gaitas Europeas". Nel 2010 ha organizzato i concerti dei "Giochi nautici atlantici di Cantabria" ai quali, oltre alla sua band, hanno partecipato gruppi di caratura internazionale come Gwendal, Lúnasa e Shooglenifty.
Oscar Ibáñez ha anche preso parte a eventi rinomati come il festival Interceltico di Lorient, Interceltico di Morrazo, Festival Internacional do Mundo Celta di Ortigueira e il Festival Folk delle Canarie, collaborando inoltre in vari progetti con galiziani del calibro di Paulo González, Iván Costa, Edelmiro Fernández e Pablo Devigo, nonché, fuori dai confini della sua terra, con Patrick Molard, Diarmaid Moynihan, Ventzislav Andonov e Hevia e coi gruppi Faltriqueira e Lorena Lores.
Oscar Ibáñez & Tribo presenta “Alén do Mar”, viaggio sonoro fatto di originalità, immaginazione e creatività, che trovano posto nel nuovo CD in cui, oltre ai componenti della band, partecipano altri musicisti di Galizia, Navarra, Paesi Baschi, Andalusia, Irlanda, Cuba, Argentina, Venezuela e Brasile.
Con questa nuova proposta Ibáñez intende rimandare musicalmente alle culture atlantiche, utilizzando la musica galega come filo conduttore in un metissaggio sonoro fresco, moderno e innovatore in cui predominano i toni celtici.
Oscar Ibáñez, ispirato dai temi dell’emigrazione galega, particolarmente in America Latina, sviluppa un lavoro a metà tra la ricerca e la creazione, al fine di realizzare una fusione senza limiti, volta a ottenere un nuovo e unico suono.

Formazione:
OSCAR IBANEZ – gaita, flauti
FERNANDO FRAGA – fisarmonica
CARLOS CALVINO – chitarre
ANDRES VILAN – percussioni, darbouka, djembe



- Oscar Ibañez -












COMENTARIOS:

 

Opina sobre esta nova








Ver máis novas.

 

 

 

 

 

 

 


 

 





 

Voltar á páxina principal